I MIGLIORI FUORI MAPPA CON SEGRETI & GLITCH DA TUTTI GLI HALO

I MIGLIORI FUORI MAPPA CON SEGRETI & GLITCH DA TUTTI GLI HALO

6 views
0

I motivi principali che mi hanno fatto innamorare di Halo sono l’essere stato uno dei primi giochi per console con grandi capacità esplorative, il design esclusivo dei livelli, e la vasta campagna che ha sempre concesso a noi videogiocatori di esplorare tutte le zone possibili in qualsiasi modo che ci fosse passato per l’anticamera del cervello.

Se poi si diventava talmente tanto esperti, ci si poteva impegnare in qualcosa di più difficile: uscire fuori dalle mappe. Quest’abilità è stata e credo sarà sempre presente in ogni videogiocatore esperto di Halo che si rispetti.

Immagine correlata

Questa è la lista delle mie mappe preferite dalle quali poter uscire. Attenzione, parleremo solo di mappe all’interno della campagna in singleplayer, quindi quei camperoni bastardi che credevano di trovare un nuovo posto nel quale appostarsi senza essere visti, rimarranno abbastanza delusi. Si comincia!

Cominciamo con il mio titolo preferito, Halo CE. La missione in particolare è “Assalto alla Sala Controllo”. Proprio nelle fasi iniziali, un Pelican ci trasporta all’interno dell’Installazione e ci fa sbarcare. Se state giocando la missione in co-op, potete sfruttare un trick abbastanza divertente. Poco prima che il Pelican vi faccia sbarcare, tenete il vostro sguardo verso la cabina di pilotaggio e continuare e tenere premuto il tasto che usate per salire a bordo dei veicoli. Appena il Pelican vi avrà sbarcato, in un momento sarete di nuovo su di esso, pronti ad un viaggio abbastanza lungo ed interessante. Il vostro personaggio sarà costretto ad alzarsi ed ad un certo punto potrete addirittura ribaltare il Pelican, cosa abbastanza interessante dato che in nessun titolo di Halo ci è stato mai concesso. Forse nelle prime fasi alpha del titolo, potevamo davvero pilotarlo, chissà! Fuori dal vostro sedile, potrete addirittura uscire dal Pelican, e se sarete abbastanza fortunati atterrare direttamente su di una piattaforma e sopravvivere. Fatemi sapere se qualcuno di voi ci sia riuscito, e mandatemi i vostri video, sarete taggati sul mio canale Instagram!

Risultati immagini per HALO CE PELICAN

Rimaniamo su Halo CE, la missione questa volta è “343 Guilty Spark“, dove saltando sulla parte superiore del Pelican nelle prime fasi del livello, potete farvi trasportare fino a raggiungere un dirupo che vi consentirà di uscire dalla mappa. Avrete la possibilità di poter camminare attraverso alberi, incontrare un marine random nella sua totale immobilità, e se avrete la pazienza e la costanza di non fermarvi, potrete raggiungere Minecraft! No dai, si scherza, ma quello che vi si parerà davanti ci somiglia molto.

Spostiamoci ora su Halo 2, precisamente nel livello “I sobborghi”. Per i più esperti del settore, questo è forse uno dei livelli più conosciuti per poter esplorare il fuori-mappa, probabilmente perché è quella che consente di farlo in maniera molto facile, ma anche perché possiamo trovare tanti segreti durante la nostra esplorazione.

Analogamente, se ci spostiamo nel prossimo livello, “Metropoli”, possiamo giungere in vari posti a prima vista irraggiungibili, servendoci del teschio Sputnik attivo e di granate, o rubando un Banshee al momento giusto, trovando così oggetti sacri quali lo Scarab Gun, o il pallone da calcio.

Risultati immagini per HALO 2 OUT OF MAP

Delta Halo” è un’altra mappa dove divertirsi da solo o meglio in co-op, dato che ci si può davvero perdere nell’immensità del fuori-mappa. Basta semplicemente prendere un Ghost ed usare il boost nel punto giusto per ritrovarvi sopra la collina ed esplorare tutto il circondario. Non dimenticatevi di portare il mio saluto alla bambola abbandonata lì da un cucciolo di Grunt. Un altro modo di arrivare quassù è grazie all’uso di teschio Sputinik ed un timing perfetto con granate. Provate e buon divertimento.

Stesso binomio da usare se voleste salire su di una collina innevata nella mappa di Halo 2 “Zona di Quarantena”. Se usate la modalità con grafica originale, non ci sarà un gran chè da poter vedere. Se invece switchaste in modalità anniversary, potete visionare l’intera mappa dall’alto. Peccato che non si possa in nessun modo scendere di sotto, ma onestamente non ve lo consiglierei, i jetpack dovevano ancora inventarli.

Nel livello “Rimorso” c’è un trick con granata abbastanza facile da sfruttare, appena uscite dalla prima area di gioco. I luoghi più importanti da visitare sono il posto dove troviamo l’ennesima bambola abbandonata, un easter-egg e potrete addirittura salire ancora di più grazie alle granate. Onestamente non ci troverete nulla, ma è sempre figo poterci arrivare e scattarvi un bel selfie. Se ci pensate, è come raggiungere la vetta di un monte altissimo, un posto dove pochi hanno messo piede. Da qui potrete skippare, se sarete abbastanza veloci, un’intera porzione di livello. E credetemi, a livello leggendario fa penare abbastanza.

La Rivolta” è un’altra mappa abbastanza famosa per il fuori-mappa, dove sfruttando tempismo e granate sarete in grado di atterrare su di una collina grazie alla quale poter skippare l’intero tratto che normalmente si attraversa col Ghost, ed ovviamente apprezzare il panorama che vi circonda. Potrete addirittura visionare la fine della prossima mappa, se sarete in grado di raggiungere la collina più alta.

Nel livello “Il Grande Viaggio”, ci sono ben due modi per uscire fuori dai bordi della mappa. Prendendo un Banshee e dirigendosi verso un punto preciso e saltando giù al momento giusto. Da qui avrete una discreta visuale; se voleste però godere di una sensazionale, dovete munirvi di uno Spectre, guidarlo attraverso l’acqua, continuare su per una collina, ad un certo punto scalare una montagna quasi a 90° e finalmente raggiungere l’altezza massima di questa mappa.

Passiamo ad Halo 3, precisamente missione “Sierra 117”. C’è un un angolo in particolare, da poter sfruttare per raggiungere una zona altrimenti inaccessibile. Quello che dovete fare con il vostro compagno è semplice: uno di voi dovrà posizionarsi all’angolo e continuare a premere la levetta in avanti, come se volesse continuare a camminare, e saltare allo stesso tempo. L’altro compagno si dovrà posizionare sopra di voi, ed anche quest’ultimo dovrà continuare a saltare, fino a raggiungere il cosiddetto “Effetto Farfalla”, che gli consentirà di raggiungere il promontorio che circonda la mappa. Questo vi consentirà di esplorare un intensa sezione di alberi, ed ovviamente di vedere da vicino l’uomo preistorico, uno dei più famosi easter-egg.

Risultati immagini per HALO 3 MAP

Nel livello “Il Nido del Corvo”, nelle fasi iniziali dello sbarco dei Phantom nella struttura, dovrete essere abbastanza veloci da saltare sugli scudi per poi dirigervi verso le strutture di metallo gialle. Potrete in questo modo, se sarete abili e lesti, impadronirvi di una torretta all’interno del Phantom e distaccarla dalla sede; nei momenti poco prima del decollo del Phantom, dovrete impadronirvi della torretta dell’altro lato. A questo punto sarete parte del Phantom, il quale vi porterà senza tanti problemi verso i bordi estremi della mappa. Vi ritroverete poi su di una collina dalla quale potrete fare davvero poco, se non vedere quanto lontano vi abbia portato il mezzo da sbarco Covenant.

Nella missione “The Covenant”, ci sono addirittura due parti da poter sfruttare per uscire dalla mappa. Una si trova nella sezione poco prima dell’ingresso della Cittadella; in questa sezione dovrete impadronirvi di un Ghost ed usare il boost per salire su questa struttura, alla fine della quale potrete scendere ed usare una collina per arrivare, addirittura, dove dovrebbe terminare normalmente la missione. E’ proprio qui che potrete sfruttare un altro escamotage per uscire fuori dalla mappa, impadronendovi di un Hornet. Potrete infatti rompere la barriera del cielo e ritrovarvi in un mondo parallelo fatto di effetti psichedelici e texture non terminate. Sicuramente un esperienza da provare con qualche vostro compagno di avventure.

Anche nella missione finale, “Halo”, avrete 2 modi per uscire dai bordi. Uno di questi è sfruttare il bordo della grande entrata alla fine della struttura ricolma di Flood, che vi consentirà di raggiungere la parte della collina da dove il Sgt. Johnson vi dava una mano con il suo fido Laser Spartan: un glitch molto utile per chi vuole raggiungere subito la fine del livello, magari durante un tentativo di Laso, o per evitare una zona pericolosa durante il gameplay in Leggendario. E se sarete così bastardi e senza cuore da uccidere il Sergente, potrete impadronirvi del suo Spartan Laser con una caratteristica niente male: munizioni infinite!

Più in là nel livello, durante le fasi di guida verso la libertà, se vi approcciate al pilastro giusto ed avrete nuovamente successo con l’Effetto Farfalla, potrete salire sulla struttura e vagare in lungo ed in largo, approfittando dell’incredibile vista. Potrebbe capitare di morire senza ragione ma diciamoci la verità, non dovreste essere neanche li!

Anche Halo Reach non scherza in quanto a sezioni da poter sfruttare per uscire fuori mappa. Una delle nostre preferite è durante le prime fasi di sbarco dal Pelican su New Alexandria. Tramite una scogliera, potrete evitare tutta la fase sparatoria del livello, ed usare il Jetpack per risalire la collina al momento giusto.  Qui potrete esplorare, saltare su strutture particolari come tavoli da picnic, ed addirittura camminare letteralmente su di una sezione di acqua. Tutto molto divertente.

Rimaniamo su Reach, il livello è “Pillar of Autumn”. Assistiamo al gesto eroico di Carter che distrugge uno Scarab grazie al Pelican. Da questo punto dovete tornare indietro sui vostri passi, utilizzando a volte salti con granate, fino a tornare alla sezione del ponte distrutto. Dovrete essere molto bravi a saltare al momento giusto per ritornare dall’altra parte del ponte, assistendo così alla visione di una sezione della mappa che non dovevate vedere, completamente svuotata in maniera randomatica da ogni genere di nemico. Se la vostra curiosità non vi abbandonerà e voleste continuare a perlustrare, vi capiterà di essere teletrasportati nel punto nel quale eravate prima di prendere la decisione di tornare indietro. Siete appena stati testimoni di una feature che hanno aggiunto in Reach, che ha lo scopo di evitare la creazione di glitches e dovrebbe porrei dei freni agli Spartan curiosi come noi.

Continuando nel livello, se sarete così scaltri da portarvi con voi l’abilità Armor Lock fino alle fase finali, ci sarà un momento nel quale un Phantom passerà molto vicino ad una sezione della parete, a fianco ad alcuni alberi semi-spogli; qui dovrete essere in gamba nello sfruttarne i rami per salire sulla parte superiore del Phantom. Poco dopo la sua ripartenza, attivate l’Armor Lock e saltate dopo qualche secondo dalla parte sinistra della nave. Se sarete abbastanza fortunati, rimarrete vivi ed integri, e potrete perlustrare una sezione nascosta della mappa abbastanza grande, caratterizzata da varie rocce sulle quali poter saltare e divertirsi.

Sempre durante questa perlustrazione, raggiunta la sezione più alta della struttura, potremmo raggiungere la postazione di Emile intento a distruggere ogni cosa si muova grazie al suo cannone Mac. Potremmo appropriarcene e sterminare le restanti navi Covenant prima che lo colpiscano a morte!

Facciamo un salto generazionale, spostandoci su Halo 4, precisamente nella missione “Il Compositore”. Potrete uscire dalla struttura usando il boost in dotazione contro le pareti, in una determinata sezione del livello. Per molti sarà più ostico del previsto, dato che i tentativi per farcela saranno innumerevoli, ma una volta fuori potrete perlustrare una parte nascosta della mappa, facendo sempre attenzione a non incappare in qualche teletrasporto invisibile che vi riporti all’interno.

Risultati immagini per HALO 4 OUT OF MAP

Halo 5, il livello è “Osiris”, c’è una sezione particolare di una montagna che potrete usare per arrampicarvi ed arrivare in un punto davvero molto alto. Attenti però a non incappare in parti senza texture, potrete cadere di sotto da un momento all’altro. Se farete tutto correttamente e la fortuna sarà dalla vostra, arriverete sulla cima per assistere allo splendido panorama proprio sotto di voi.

Your email address will not be published. Required fields are marked *