10 COSE NON SAPEVI SU HALO // TOP 10 // SEGRETI, CURIOSITÀ E LATI OSCURI

10 COSE NON SAPEVI SU HALO // TOP 10 // SEGRETI, CURIOSITÀ E LATI OSCURI

22 views
0

Con un franchise così vasto e variegato come Halo, è impossibile non perdersi nella Lore alla ricerca di risposte o semplicemente soddisfare una curiosità particolare su di un personaggio o avvenimento.

E’ sempre bello, anche tra i conoscitori più esperti dell’universo Halo, venire a conoscenza di fatti o anche piccoli oscuri particolari che a prima vista erano sfuggiti, o ai quali semplicemente non si aveva dato conto.

Risultati immagini per haLO SECRETS

Ecco il motivo per il quale abbiamo messo insieme una decina di curiosità su Halo, che siamo sicuri molti di voi lì fuori non ne sono a conoscenza, o magari qualcun altro possa aver dimenticato nel corso degli anni.

Quindi, in ordine totalmente casuale, partiamo con questa TOP 10 di cose che probabilmente non sapevi sul mondo di Halo.

  • 1- Gli avvenimenti dell’intera trilogia di Halo si svolgono nel giro di 3 mesi in totale. Credo che sia lecito dire che tutti quelli che hanno giocato ai primi 3 titoli, sappiano che i fatti si svolgano nell’anno 2552. L’esatto collocamento temporale degli eventi, invece, non è mai stato chiaro neanche negli stessi gameplay. pOddio, ci sarebbe l’attimo nel quale Master Chief analizza le immagini dall’elmetto di Jenkins; sta di fatto che quella data mostrata è completamente errata. Infatti fu successivamente rivelato che la timeline degli eventi in Halo: CE cominciarono nelle prime ore del giorno 19 Settembre 2552, per finire al 22 Settembre, quindi solo 3 giorni dopo.
Risultati immagini per HALO TRILOGY

Se non dagli innumerevoli libri usciti, la prima volta che viene mostrata una data certa è nell’opening cinematic di Halo 2, che stabilisce l’esatto giorno degli eventi nel 20 Ottobre 2552, appena 1 mese dopo gli eventi di Halo: CE. Sta di fatto che sarà l’unica volta nella quale sapremo l’esatto giorno degli eventi, e fa strano pensare che tutto quello che avviene in Halo 2 fino ai titoli di coda, possa avvenire in un paio di giorni. Mentre il modo in cui la “In Amber Clad” esca immediatamente dal salto iperspaziale dalla Terra verso Delta Halo possa sembrare istantaneo, in realtà è un viaggio che durerà 13 giorni. Già, siamo infatti al 13 Novembre in questa scena.

Stessa storia in Halo 3, nessuna data che ci tiene al corrente del corso degli eventi, tranne per le fasi finali del gioco, durante il memoriale, quando scorgiamo la data 3 Marzo 2553.

Le date di Halo 2 non furono rivelate pienamente se non prima di un Bungie Weekly Update del 2009, così come quella della battaglia dell’Installazione 00 fu svelata non prima del 2011 sul forum della Bungie.

  • 2-Sapevate che in un determinato periodo, l’Umanità contasse più di 800 colonie? Torniamo al 2001, quando la Microsoft si preparava al lancio della prima Xbox con il gioco che avrebbe accompagnato la sua uscita, Halo. Fu in questo periodo che venne creata una pagina dedicata al titolo, xbox.com/halo, dedita a promuovere il titolo, ma anche a spiegarne la trama. All’interno della pagina era infatti presente una timeline che dettagliava la panoramica dell’universo di Halo, ovviamente anche molto prima degli eventi di Halo: CE. Tra le tante informazioni, spiccava una che più o meno diceva: “…nel 2490 lo spazio colonizzato umano comprendeva 800 mondi abitati attraverso tutto il Braccio di Orione, nella Via Lattea, che andavano da pianeti fortezza ben colonizzati ed avanzati, fino a semplici insediamenti nell’entroterra…”
Risultati immagini per HALO HUMANITY

Questa pagina era stata creata dal Team Xbox piuttosto che dalla Bungie stessa, e se siete al corrente della politica che ha sempre adottato quest’ultima in casi come questo, presto tutto sarebbe stato corretto o addirittura eliminato per incorrettezze. Per anni infatti, questo numero spropositato non fu preso come canonico, ma l’enciclopedia del 2016 Halo Mythos ci tolse ogni dubbio, riproponendo precisamente le famose 800 colonie umane colonizzate. Quindi è appurato: prima della guerra Umani-Covenant, l’Umanità possedeva circa 800 mondi variegati e con diverse funzioni. Solo nel momento in cui ci rendiamo conto che di queste 800 siano sopravvissute sole poche decine durante e dopo la guerra,  appuriamo la vastità distruttiva del conflitto.

  • 3-Dei candidati al progetto ORION, in parole povere i primi Spartan, avevano dei figli. Due SPARTAN-I hanno avuto un ruolo importante durante la guerra Umani-Covenant: Avery Johnson e Nolan Byrne, diventando i primi due esseri umani a combattere sul fronte militare i Covenant (durante un raid su un vascello in una missione dei Covenant), così come durante la successiva battaglia su Harvest. È noto che Avery Johnson salì al grado di sergente maggiore, così come forse è l’ultimo uomo a morire durante la guerra Uomo-Covenant, mentre il destino di Nolan Byrne è sconosciuto.
Risultati immagini per HALO ORION

Grazie al famoso gioco di realtà alternativa I LOVE BEES, che prese piede su Internet nel lontano 2004 per sponsorizzare l’uscita di Halo 2, abbiamo avuto modo di conoscere un altro paio di candidati, e del loro destino dopo la chiusura del progetto ORION nel 2506. Grazie a degli audio nascosti, si venne a sapere che dei candidati ebbero dei figli dopo l’abbandono del progetto, ed anche i loro corpi parevano caratterizzati da accrescimenti fisici. Non si è mai capito se avessero subito anche loro test ed esperimenti, oppure si parlava semplicemente di genetica. Questa purtroppo è una parte della Lore molto oscura e mancante di molti dettagli, ma sono sicuro che tutti noi vorremmo approfondire questi periodi che hanno segnato la nascita dei supersoldati che tutti conosciamo.

  • 3- Al Didatta gli fu affibbiato questo nome per il suo essere un po’ stronzo. Anche il più acerbo dei fan, sa chi sia questo Precursore e cosa ha rappresentato nel suo passato: Leader Militare dei Precursori, Leader dei Prometeici, ossia i ranghi più importanti dei combattenti dei Precursori, e marito della Bibliotecaria. La sua prima apparizione fu attraverso i Terminali in Halo 3, ma tutti l’abbiamo pienamente conosciuto come principale antagonista di Master Chief in Halo 4. Quello che molti non sanno è che “Il Didatta”, ovviamente, non è il suo vero nome, che infatti è Shadow-of-Sundered-Star.
Risultati immagini per HALO DIDACT

Ottenne questo nomignolo mentre insegnava al College of Strategic Defense of the Mantle; i suoi studenti gli affibbiarono il soprannome perché lo trovarono un insegnante severo e molto esigente. In altre parole, uno stronzo.

  • 4- La prima apparizione dei Prelati nella descrizione di una mappa. Questo fatto

Potrebbe vi potrebbe sembrare fuori dal contesto, quindi è giusto darvi un’infarinata.

Se avete letto la breve storia Halo: Shadow of Intent, o come ebook o direttamente all’interno di Halo Fractures, sicuramente ricordate il personaggio Tem’Bhetek, un Prelato San’Shyuum, di fatto un Profeta Prelato. I Prelati erano dei Profeti che avevano subito accrescimenti genetici fisici e chimici, tutto eseguito in dei laboratori avanzati su Alta Opera.

Risultati immagini per HALO PRELATES

La storia in Shadow of Intent non fu la prima nella quale si narrò di questi super soldati San ‘Shyuum. Infatti, troviamo dei riferimento nel testo che descriveva una mappa presente in un DLC per Halo 2, Gemini. Linea di testo che possiamo trovare sul libretto incluso nell’Halo 2 Multiplayer Map Pack, che ci dava informazioni più dettagliate per ogni mappa, inclusa questa per Gemini:

“Lo spazio riposante e contemplativo che sovrasta le luci di Alta Opera è inteso come rifugio per il pensiero e la meditazione dai più alti Prelati della gerarchia dei Profeti”.

  • 6- Gli umani scorprirono prove sull’esistenza dei Precursori nel 21° secolo. I giochi di realtà alternativa, come è stato per esempio I Love Bees o Hunt the Truth, hanno sempre portato dettagli affascinanti e soprattutto canon nella Lore.

Con la campagna virale Iris che voleva sponsorizzare Halo 3, i creatori hanno dato sfogo alla loro fantasia, creando un sito dove si narrava di una fantomatica Società degli Antichi, un organizzazione del 21° secolo la quale credeva fortemente che la Terra fosse stata visitata dagli alieni nel lontano passato; sta di fatto che questa società fu fondata da un fantomatico David George nel 1995, insieme ad Aaron Elliot, un suo vicino di casa, durante una normale serata a base di barbecue. Aaron portò all’attenzione di David dei libri, al cui interno si narrava di tanti mistesi irrisolti del passato. Grazie a questi libri, David divenne ossessionato dalla volontà di dare una risposta a questi casi misteriosi. Nel 2007, la società arrivò a contenere ben 510 membri.

Risultati immagini per HALO FORERUNNER SYMBOL

Alcuni misteri su cui si lavorava erano anche dei classici, come quello di Stonehenge, l’isola di Antikhytera, ed i cerchi nel grano. Ad un certo punto delle ricerche, si imbatterono quasi casualmente nella prova quasi inconfutabile dell’esistenza dei Precursori, grazie alla scoperta di un simbolo intagliato in una roccia dal leader di un’antica tribù africana, Inshallah, quasi 100.000 anni fa.

  • 7- Cortana ha una sorella…beh più o meno.
Risultati immagini per HALO Kalmiya

Cortana è una IA speciale, lo è in tanti modi. Parte dei quali furono le sue speciali routines e software di intrusione, che vennero usati per intrufolarsi nei sistemi Covenant, eventi vitali per la vittoria degli Umani negli ultimi mesi della Guerra Umani-Covenant. La verità è che prima di implementare questi aggiornamenti in Cortana, furono testati in un’altra AI, conosciuta come Kalmiya.  Proprio per questo particolare, la Dr.ssa Halsey considerava Kalmiya come una sorella maggiore per Cortana. Kalmiya è un interessante personaggio all’interno della Lore di Halo: come sappiamo, le IA si deteriorano e quindi vanno eliminate dopo 7 anni. Molto interessante il fatto che Kalmiya fu usata per scopi a noi oscuri per la bellezza di 15 anni, creata nei primi mesi del 2537 e distrutta solo nel 2552. Come sia potuta restare tanto tempo in vita, è uno dei tanti mistesi irrisolti nella Lore. Speriamo che prima o poi ne verremo a capo.

  • 8 – Le interviste pre-missione di Halo 3 ODST.  Durante le fasi di lancio di Halo 3 ODST, Microsoft intraprese molte strade per la fase promotion del titolo, incluse delle interviste video dedite a caratterizzare i personaggi principali, fatto salvo per The Roookie naturalmente.

Seppure queste video interviste non sono più rintracciabili, lo sono invece in versione scritta su Halopedia. In una di queste, si assisteva a Buck seduto insieme ad un membro dell’Alpha 9, intento a parlare della sua storia in servizio, di quella personale e della missione che stavano per intraprendere.

Risultati immagini per HALO 3 ODST INTERVIEWS BUCK

Durante le interviste, ogni membro della squadra era collegato ad uno scan, che consentiva di controllare cosa stessero pensando nel preciso momento gli venivano poste determinate domande, cosa molto positiva per studiarne la storia personale e le loro reazioni.

Per tutti quello che hanno letto Halo: New Blood, in una di queste interviste abbiamo le prime prove del tradimento di Mickey, ossia del suo passaggio agli Insurrezionalisti. Mentre risponde ad una domanda specifica, nella mente di Mickey si succedono infatti immagini particolari, anche dei suoi genitori, che tra le altre cose erano insurrezionalisti. Mickey li ama, e mente quando ammette di non ricordarseli. Questo spero chi vi chiarisca molte cose.

  • 9- Il culto segreto dei Flood. Avete sentito bene, un culto nascosto nel cuore dei Covenant che adorava il parassita.  Con un organizzazione così antica ed enorme come quella dei Covenant, è quasi impossibile mantenere stabili e inamovibili tutte le personalità presenti, e molte volte si è visto come nascano delle dottrine interne, quasi delle sette, che deviano sostanzialmente dal credo originario.
Risultati immagini per FLOOD HALO


Una frangia tra queste erano “I Governatori della Contrizione”, una setta che stabiliva che qualsiasi cosa creata dai Precursori fosse sacrosanta. Motivo per il quale identificavano il Flood come una forma di vita perfetta, ed una delle loro dottrine era proprio quella di proteggere questa specie. Durante il Grande Scisma e la battaglia sull’Installazione 05, Tano ‘Inanraree, capitano di un incrociatore Covenant, scoprì le sue carte quando ordinò di dirigersi verso l’Installazione 05 e di lasciare che i Flood salissero a bordo. Fortunatamente per tutto l’equipaggio Voro Nar ‘Mantakree, un altro capitano, ebbe la prontezza di usurparlo ed evitare un eccidio di massa. Quello che fa strano è come i Profeti abbiano concesso l’esistenza di queste e tante altre forme di sette all’interno del loro movimento antico di 3000 anni, e spero che  un giorno la 343 possa darci anche notizie certe sulle altre così da poterle analizzare.

  • 10 –L’origine del Grande Viaggio. Questo potrebbe essere uno di quei punti che meriterebbe un video a se stante. Ognuno di noi sa del credo del Grande Viaggio, l’obiettivo primario dei Covenant, la promessa della vita eterna dopo l’attivazione degli anelli sacri. Vi siete mai chiesti come i Profeti possano essere giunti ad una convinzione così sbagliata?

Ebbene, come qualcuno di voi forse già saprà, tutto è nato dagli stessi Precursori. Onestamente ci sono 2 filoni di pensiero che identificano la nascita di questo falso mito: il primo nasce dai testi all’interno del 7° Terminale in Halo 3. Nel suo ultimo messaggio alla Bibliotecaria, prima dell’attivazione degli anelli Halo, l’Iso-Didatta conclude: “Io comincerò il nostro Grande Viaggio senza te, portando con me questo amaro fardello. Quello che verranno dopo sapranno quello che abbiamo promesso con questa falsa trascendenza,  che tu hai promesso, ed il prezzo che hai pagato.”

Risultati immagini per PROFETI HALO

I messaggi dei Terminali ci giungevano da Mendicant Bias. E’ possibile che altri messaggi come questo furono estratti dal frammento di Mendicant Bias che per tanto tempo è stazionato all’interno di una Nave Chiave dei Precursori posta al centro di Alta Opera. Sappiamo come già altre volte i Covenant abbiamo sbagliato completamente l’interpretazione di alcuni simboli o trascritti dei Precursori, così come il simbolo dell’Attivatore o Recuperatore fu tradotto come Attivazione in sé.

L’altra possibile origine del Grande Viaggio può aver avuto luogo quando i San’Shyuum o Profeti, insieme a centinaia di altre specie, furono trattenuti sull’Arca appena dopo l’attivazione degli Anelli.

Nel frattempo che i Precursori aspettavano che la Galassia si ripulisse dai Flood e durante le prime fasi di ripopolazione, qualche piccolo profeta curioso potrebbe aver origliato conversazioni dei Precursori, compresa la possibilità di un Grande Viaggio fuori dalla Galassia dopo che la ripopolazione fosse completata.

Quale di queste due ipotesi abbia potuto influenzare i Profeti a credere davvero che il Grande Viaggio fosse un passaggio per la loro immortalità e trasformazione in degli Dei, non possiamo saperlo e forse mai lo sapremo. Sappiamo invece, che a seguito dell’attivazione degli Halo, i Precursori chiamarono la loro partenza dalla nostra Galassia il Grande Viaggio, e fu proprio la scoperta di questo viaggio che indusse i Profeti a pensare che l’attivazione potesse porre anche loro allo stesso livello dei propri Dei.

Your email address will not be published. Required fields are marked *