LO RITROVEREMO SU HALO INFINITE? // IL PADRE DI TUTTI GLI SPARTANS // FRANKLIN MENDEZ

LO RITROVEREMO SU HALO INFINITE? // IL PADRE DI TUTTI GLI SPARTANS // FRANKLIN MENDEZ

15 views
0

Quali sono le tipiche caratteristiche di uno Spartan?

Potenza, una mente arguta, un’armatura tecnologicamente avanzata. Di certo, tutti attributi che contribuiscono a rendere quasi invincibili questi super soldati, ma nessuno di loro avrebbe avuto senso senza i severi ma necessari insegnamenti del Senior Chief Petty Officer Franklin Mendez.

La Dr. Halsey fu sicuramente l’artefice della messa a punto di tutto il comparto tecnologico/medico, ma fu Mendez ad istruire ed a rendere uomini, prima di super soldati, questi Spartan-II che hanno salvato la Terra e non solo.

INIZIO CARRIERA

Nato il 21 Marzo 2492 sul pianeta Sigma Octanus IV, perpetrava in lui già dai primi anni la voglia di intraprendere la carriera militare.

A 16 anni fa già parte della UNSC, si trasferisce nella fazione NAVSPECWEP nel 2514, prendendo parte a numerose battaglie contro insurrezionalisti sul sistema di Eridanus, guadagnando sul campo due Stelle d’Argento, una Legione Rossa d’Onore, ed un Cuore Viola.

Risultati immagini per mendez halo

L’esperienza assorbita sul campo lo spinge ad intraprendere la strada dell’insegnamento; istruisce così i cadetti che prendono parte a dei corsi, ed i risultati sono così sensazionali da giungere fino ai piani alti dell’Oni. Le statistiche parlavano chiaro, si trovavano di fronte al miglior istruttore di combattimento che potessero mai sperare di avere.

ADDESTRAMENTO SPARTAN

L’Oni era sempre stata lungimirante, e non poteva desiderare di meglio. Mendez fu scelto per addestrare dei futuri super soldati, gli Spartans, con l’unico compito di preservare la pace e la sicurezza in tutta la Galassia.

Nel 2516 cominciò questa sua nuova avvenrtura.

Fu l’istruttore capo degli Spartan-II durante i loro primi anni su Reach tra il 2517 ed il 2525. Li istruì in tutti gli aspetti del combattimento conosciuto, più duramente di qualsiasi altro corso da Marine esistente, non considerando il fatto che i cadetti in questo caso, avevano poco più di 6 anni. L’addestramento era altresì scandito da sessioni di strategia in classe con Déjà, un intelligenza artificiale.

All’inizio della loro formazione, Mendez ed i suoi istruttori usarono manganelli elettrici per disciplinare i tirocinanti, fino ad arrivare occasionalmente ad usare fucili con colpi di tranquillante per rendere inabili i tirocinanti che tentarono di fuggire (quelli che alla fine avrebbero fatto parte del Gray Team) . Alla fine, gli SPARTAN , SPARTAN-117 in particolare, crebbero con Mendez, vedendolo alla fine come una forza solida e inamovibile nella loro vita. Avevano un grande rispetto per lui, forse persino fino al punto di vederlo come una figura paterna.

Dopo che ebbe dato il suo addio a John ed il resto degli Spartan II, tornò sul campo di battaglia per 6 lunghi anni, nella guerra con i Covenant.

Gli Spartan addestrati da lui erano si formidabili, ma cominciavano ad essere troppo in minoranza rispetto all’abnorme numero di forze Covenant a terra.

Fu indetto così il Programma Spartan-III, e Mendez fu richiamato per far fronte all’addestramento dei nuovi candidati, insieme a Kurt-051. Formò tre squadriglie complete di SPARTAN-III a Camp Currahee su Onyx dal 2531 al 2552. Fu sempre scettico sul lavoro, mettendo ripetutamente a confronto i tirocinanti Spartan-II con quelli che si trovava ora di fronte, ma alla fine fece pur sempre un buon lavoro, ma di certo non raggiungendo il livello della precedente serie di Spartan.

Durante l’addestramento sul misterioso pianeta di Onyx, si attivarono delle Sentinelle dei Precursori nascoste nelle profondità da chissà quanti millenni, con l’unico scopo di eradicare la minaccia umana dal loro pianeta.

Mendez fu costretto a nascondersi per un paio di giorni con i restanti Spartan-III, sperando di escogitare una strategia per battere queste macchine o al massimo aspettare i rinforzi.

Fortunatamente, furono raggiunti Kelly-087 e il Dr. Halsey, seguiti a breve da Fred-104 , Will-043 e Linda-058.

Decisero quindi di affrontare le sentinelle sul campo: Mendez ed un paio di Spartan cercarono una via di fuga, accorgendosi presto del fatto che non si trovavano affatto su di un normale pianeta; Onyx era infatti un pianeta artificiale creato dai Precursori

Mendez riuscì a raggiungere il centro del pianeta, con la Halsey ed altri sopravvissuti, dove trovò una Mini Sfera di Dyson, in parole povere un portale iperspaziale che li avrebbe condotti verso un altro Mondo Scudo misterioso.

Risultati immagini per mendez halo

Proprio qui, Mendez ed i sopravvissuti tennero un funerale celebrativo, dove vennero ricordati gli eroi caduti nelle precedenti ore, e solo ora Mendez si rese conto di quanto davvero fosse attaccato ai suoi uomini come persone in essere, prima che ai soldati.

Si infuriò nei confronti della Halsey, giudicandola per il cattivo lavoro svolto con gli Spartan-III, ed al suo personale disagio come istruttore capo di questa serie di super soldati.

Mentre ebbero allestito un campo base, Lucy-B091 incontrò degli ingegneri Huragok che li avrebbero aiutati a contattare l’ONI e ad evadere da questo Mondo Scudo. A bordo della UNSC Port Stanley furono aggiornati su tutti gli ultimi eventi e fecero ritorno sulla Terra per assistere al memoriale di Hillside nella città di Voi.

Fu qui che, almeno ufficiosamente, rassegnò le proprie dimissioni.

LA VITA DOPO IL SERVIZIO

Bastarono pochi mesi per far capire a Mendez che non era a suo agio con il prepensionamento, ed all’inizio del 2554 fu nominato capo della sicurezza per l’Onyx United Research Project all’interno di Shield World 006 , con il Sangheili Kasha ‘Hilot come secondo in comando. Pur essendo nominalmente un civile, Mendez aveva piena autorità sulle forze UNSC all’interno della struttura. Intorno all’aprile del 2554, accolse sul Mondo Scudo Lucy-B091 e Tom-B292 , essendo stati assegnati come parte dello staff di sicurezza del progetto.

Risultati immagini per mendez halo

Mendez mantenne il suo incarico come capo della sicurezza di Onyx fino al 2558 e coordinò le operazioni sul Mondo Scudo durante i disordini che circondarono l’ascesa dei Protettori.

INTERVISTA CON GIRAUD

Nel 2558, l’ONI dichiarò di avere nei propri uffici Mendez in persona (o magari qualcuno che affermava di essere tale), il quale fornì al giornalista Benjamin Giraud un’intervista riguardante Master Chief nel quartier generale dell’ONI a Boston. Come le altre fonti che l’ONI aveva fornito a Giraud, “Mendez”, incentrava le sue affermazioni sul glorificare l’eroismo di John e degli Spartan-II, omettendo però ogni menzione della sua età o della sua vita prima della sua formazione da super soldato. Quando Giraud tentò di affrontare l’argomento da un punto di vista più critico, il suo intervistato gli consigliò in modo inequivocabile di non insistere sul problema per evitare di trasformare la conversazione in qualcosa di “decisamente sgradevole”. E se ben ricordate la serie “Hunt The Truth” di qualche tempo fa, Mendez non scherzava affatto.

“L’unica ragione per la quale tu possa respirare l’aria di cui hai bisogno, perfino per fare queste domande, è perchè loro hanno sacrificato molto più di quello che tu possa immaginare.”

E questa è stata l’ultima affermazione pubblica che conosciamo del capo Mendez, almeno per adesso.

Istruire gli Spartan-II, vederli crescere praticamente come suoi figli, dev’essere stata un esperienza surreale per Franklin Mendez. Un personaggio importantissimo per l’intero universo di Halo, ma surrealmente quasi sconosciuto per molti fan della saga. Ma sappiamo che è stato un eroe, in tanti modi diversi.

Il termine “reboot spirituale” usato da Bonnie Ross per identificare Halo Infinite, potrebbe forse rappresentare un ritorno di vecchie glorie del passato? Potremmo rivivere degli eventi importanti delle vite dei principali protagonisti della saga, inclusi gli addestramenti di Mendez? O magari rivederlo proprio nei giorni degli eventi di Halo Infinite, sotto forma di Capitano della nostra squadra? Ricevendo i suoi consigli duranti le fasi topiche delle nostre missioni?

Sarebbe veramente un ottima occasione per far conoscere il Capo Mendez a tutti quei giocatori che ancora non sanno chi sia e cosa abbia davvero rappresentato per la maggiorparte degli Spartan ancora in circolazione.

Your email address will not be published. Required fields are marked *