ADSL O FIBRA PER xCLOUD E GOOGLE STADIA? NESSUNA DELLE DUE! // LA CONNESSIONE PORTATILE OGILINK

ADSL O FIBRA PER xCLOUD E GOOGLE STADIA? NESSUNA DELLE DUE! // LA CONNESSIONE PORTATILE OGILINK

86 views
0


https://www.youtube.com/watch?v=EfP81u0V0EE

Il futuro dei videogiochi è nello streaming. La vera sfida di domani non sarà più comprare una console con la scheda grafica di ultima generazione, ma avere una connessione iper-veloce. L’idea è quella di spostare il carico di fatica per processori e schede grafiche dal tuo dispositivo a degli enormi data center in cloud, in modo tale da trasformare qualsiasi device abbia uno schermo e una connessione Internet in un pc o una console per videogiochi potentissimi.

Al momento siamo ancora ad una fase primordiale di questo processo, ma è chiaro che Sony e Microsoft sono al lavoro da tempo – come dimostrano l’app Xbox e Remote Play che ci consentono di giocare in streaming sulla nostra console da computer e Mac. Ma l’azienda di Redmond è andata perfino oltre, mettendo le fondamenta del prossimo servizio in streaming che potrebbe arrivare nei prossimi mesi. Si chiama xCloud, un nuovo progetto globale per permettere agli utenti di accedere alle migliori esperienze di gioco da qualsiasi dispositivo, in qualunque momento e in qualsiasi luogo, grazie alla tecnologia Cloud.

Risultati immagini per google stadia

Troppo spesso, infatti, le esperienze di gioco risultano frammentate e confinate all’interno delle potenzialità e dei limiti offerti dai dispositivi utilizzati. Nella vision di Microsoft, l’esperienza gaming del futuro si concretizzerà con la possibilità di giocare a qualsiasi titolo, da qualunque dispositivo e con chi si desidera, ponendo l’utente al centro dell’experience. Per realizzare tutto ciò, Microsoft ha combinato i suoi quasi 40 anni di esperienza nel settore con le potenti funzionalità offerte da Microsoft Azure e Microsoft Research per creare una tecnologia di game streaming globale.

Xcloud ha l’obiettivo di offrire ai gamer – indipendentemente dall’utilizzo di una console o del PC – la possibilità di accedere a mondi, personaggi e storie immersive anche da mobile. L’obiettivo è sviluppare un’esperienza di gioco eccezionale dedicata ai gamer Xbox e consentire agli sviluppatori degli oltre 3mila titoli disponibili oggi per Xbox One di raggiungere centinaia di milioni di nuovi giocatori.

Risultati immagini per xcloud

In pochi giorni siamo stati sommersi da ogni tipo di rumors, abbiamo assistito a conferenze ed avuto conferme sulle nuove tecnologie che prenderanno piede già da quest’anno, con la preannunciata Google Stadia, l’arrivo in Italia del Playstation Now, l’imminente uscita di una console Xbox One S senza lettore ottico, e il progetto xCloud di casa Microsoft che permetterebbe la riproduzione dei titoli in streaming su ogni dispositivo possibile.

Da qui ad 1 anno, il “Netflix dei Giochi” busserà alle porte di casa di ogni gamers?

Probabilmente si, ecco perchè dobbiamo essere pronti a supportare l’avvento di questa rivoluzione con una connessione che possa essere degna dei servizi proposti.

Da ormai molti anni l’Italia è fanalino di coda in Europa, sia per quantità di banda portata in casa ai propri cittadini sia per il costo di quest’ultima, che risulta essere tra i più elevati.

Grazie alle continue promesse dei più importanti operatori (Telecom, Vodafone, Fastweb…) continuiamo a credere alla promessa della “fibra ottica ovunque“, che ci viene venduta anche quando a casa nostra non arriva nemmeno la sua parvenza. Cosa ci rimane, quindi, di concreto? Tecnologie SAT (con tempi di risposta lunghissimi) oppure radiofrequenza. Quest’ultima con l’avvento di EOLO (in Nord Italia e, oggi, anche in alcune regioni del centro) ha portato a una drastica riduzione del DIGITAL DIVIDE, ma la rapida crescita di questo provider come numero di contratti venduti non riesce a stare al passo con l’assistenza ai clienti: EOLO funziona benissimo in alcune zone e in altre, invece, ci sono tanti clienti insoddisfatti.

Ci sarebbe l’opzione Linkem, con le grandi difficoltà in fase di upload, che per noi gamers è come il pane.

Oggi però, grazie ad un accordo tra FASTERA e VODAFONE BUSINESS, è possibile usufruire di un dispositivo chiamato OGILink che permette di connettersi in banda larga 4G fino a 100Mbit in Download e 50Mbit in Upload, con dei tagli mensili da scegliere (200,400 o GB Illimitati). La rete 4G di Vodafone è la più grande d’Italia e copre capillarmente il territorio nazionale. La connessione avviene attraverso un dispositivo pronto all’uso senza alcuna installazione necessaria, che permette la connessione alla cella Vodafone Business più vicina e crea a sua volta una linea WiFi e una rete cablata disponibile nell’azienda o nell’abitazione.

Risultati immagini per ogilink

I costi partono da 31,90€ al mese, e si può disdettare da un mese all’altro, non ci sono costi di installazione (tranne che per il taglio da 200GB), né di cessazione, non si paga il costo di router o altri costi nascosti e il dispositivo è trasportabile: se vado in vacanza due mesi, se sono in affitto e non ho la possibilità di aprire un contratto Fibra, se vado dalla nonna…insomma posso portare con me la mia rete, e che rete!

Al momento sono in affitto, ed ovviamente non ho la possibilità di aprire un contratto ADSL o Fibra. Abitando nel centro storico di una piccola città del sud, i miei vicini sono tutti matusa e non ho la possibilità di scroccare qualche linea limitrofa, perchè semplicemente non ce ne sono.

Per vedere se l’apparato può funzionare alle massime velocità nella vostra zona, prendete uno smartphone di ultima generazione con VODAFONE e testate se il 4G è raggiungibile oppure no: in caso positivo, potete recarvi direttamente sul sito www.ogilink.it e cominciare a farci un pensierino.

Your email address will not be published. Required fields are marked *