Menu

HALO INFINITE NEWS // BATTLE ROYALE / CAMPAGNA + MULTIPLAYER / SPIN-OFF ANNULLATO

Sono giorni di vedo/non vedo per Halo Infinite.
Le testate giornalistiche e gli account Twitter degli interessati sono pieni di accenni velati, quasi conferme…insomma siamo in un limbo!

Risultati immagini per halo infinite


Come confermava un famoso spot, l’attesa del piacere è essa stessa il piacere, ed è la verità. Questo è il periodo nel quale possiamo immaginarci il gioco perfetto, quello per il quale aspettiamo da troppo tempo. E’ il periodo delle farfalle nello stomaco, quasi come il giorno prima dell’agognato appuntamento con quella ragazza con la quale flirtiamo da secoli.
Possiamo trarre qualche spunto interessante da un intervista tenuta da Ryan Mccaffrey, Editore Esecutivo di IGN, con Bonnie Ross, a capo della 343 Industries.

Risultati immagini per halo infinite ign


L’intervista ha toccato diversi punti: in primis IGN si è congratulata per il premio ricevuto da Bonnie, ossia la sua entrata ufficiale nella Hall Of Fame dell’AIAS: l’Academy of Interactive Arts & Sciences.


Ryan ha cercato, dopo i complimenti dovuti, di trarre qualche informazione sul nuovo titolo in sviluppo, ed inaspettatamente ha ottenuto molto più di semplici risposte vaghe.
Ovviamente non è riuscito ad estirpare nessuna notizia ufficiale, del tipo “Elite come personaggi giocabili”, ma abbiamo sicuramente qualche informazione in più.


Partiamo da uno dei principali argomenti che interessano di più la community e sul quale ci si sta dibattendo maggiormente: perché ci mette così tanto ad uscire sul mercato?


Halo Infinite sarà il primo dell’interno franchise ad abbattere il muro dei 3 anni tra un titolo e l’altro. Bonnie è voluta essere molto chiara su questo particolare, del quale si era già vociferato su tante testate: è tutta colpa del motore grafico.
Se vogliamo dirla tutta, l’engine che ha mosso tutto il franchise, da 19 anni a questa parte, a detta degli stessi programmatori è stato uno dei più difficili sui quali lavorare. Ottimizzazioni continue hanno cercato di facilitare ed alleggerire il loro lavoro, ma rimaneva sempre quell’amaro in bocca di “poter fare molto di più”, per sentirsi poi quasi insoddisfatti del risultato finale.
E’ proprio qui che entra in gioco lo Slipspace Engine, il nuovo motore grafico che dovrà muovere Infinite. Un enorme investimento, il più grande per la 343 a detta della Ross, che dovrà per forza di cose dare i frutti sperati essendo stato creato come base per tutti i prossimi titoli a venire. Nel corso dell’intervista, la Ross ha elogiato in maniera esponenziale questo tool di creazione, che non solo permetterà di facilitare le fasi di sviluppo, ma che consentirà l’uso continuo di nuovi contenuti e la loro evidente uscita più frequente di qualsiasi altro titolo precedente.

Risultati immagini per bonnie ross


Ryan ci ha preso gusto, ed ha cercato di punzecchiare la Ross per ottenere qualche altro leak interessante. Bonnie ha capito l’antifona, ed ha semplicemente detto che ne sapremo molto di più all’E3 2019, quando Chris Lee (Head Office della 343) prenderà la parola e ci renderà partecipi di quello che stanno creando. Questo significa che mancano solo poco più di 90 giorni alla rivelazione di questi dettagli, quindi teniamoci pronti ad un E3 scoppiettante.
Per rendere l’attesa ancora più spasmodica, ci si mette Brad Sams con un suo Tweet. Brad è a capo di varie testate come Thurrott.com , le quali al loro interno hanno vari insider che praticamente sanno già la scaletta completa dello show. Il suddetto Tweet dice semplicemente che mentre la Sony non parteciperà perché non avrebbe nulla da mostrare, la Microsoft sta invece preparando uno show che resterà nella storia.


Altra informazione estorta alla povera Bonnie è che Halo Infinite sarà una sorta di reboot spirituale per l’intera serie. Quasi del tutto scontata come risposta dato tutto quello che è trapelato dal trailer dello scorso E3 sulla base delle scelte artistiche e di tutto il contorno. Il fatto rilevante che ha sottolineato Bonnie è però un altro: questo titolo e tutto quello che lo circonda sarà la base da qui a 10 anni per l’universo di Halo.
Sono tanti i messaggi nascosti in quest’ultima affermazione: una nuova era di Halo. Mettere un punto per chiudere la trama che ci portiamo dietro da Halo 4 ed Halo 5, e ripartire da 0. Bonnie Ross sottolinnea tutto questo con un’altra affermazione che ci fa riflettere: “Possiamo averci messo 2 giochi, ma ora abbiamo capito cosa volete davvero, e qual è la giusta direzione attraverso la quale vivere questo meraviglioso universo”.

Risultati immagini per bonnie ross


Bonnie continua su questa falsa riga, rimarcando gli errori fatti con i precedenti titoli: Halo 4, dove lei ha apprezzato molto la campagna ma non del tutto il lato multy, ed Halo 5 dove hanno cercato di rimediare a tutto ciò. Con Infinite cercheranno di racchiudere il meglio di questi titoli ed, ovviamente, aggiungere grandi novità. Una frase quest’ultima, che potrebbe far storcere il naso a chi Halo 5 non l’ha apprezzato per nulla, cosi come Halo 4. Ovviamente tutto è oggettivo, ci sono tanti lì fuori che hanno apprezzato il lavoro svolto con l’ultimo titolo e devo dirvi la verità, ora come ora il multy di Halo 5, per quanto riguarda almeno i contenuti, è parecchio apprezzato dal sottoscritto. Quelli della 343 non hanno fatto altro che ascoltare ciò che noi, utenza finale, volevamo vedere e poter giocare sul titolo, e in fondo hanno portato a termine tutto o quasi quello preventivato. Sicuramente è oggettivo che se Halo Infinite dovesse almeno partire con la ricchezza di contenuti attuale di Halo 5, non sarebbe per niente negativo. Se invece Bonnie avesse voluto racchiudere in quest’affermazione che potrebbero partire da quello che è lo stato attuale del gameplay di Halo 5, allora ci sarebbe da ragionarci.


Marciando sul lato gameplay e sul multiplayer, Ryan ha cercato di portare nella conversazione l’aspetto Battle Royale, sul quale quasi tutti i titoli sul mercato stanno cercando di insistere. Non vi nascondo che io, più tantissima altra gente spera che ci possa essere un’opportunità di sperimentare questa modalità su Halo, magari in una veste modificata per adattarsi alle meccaniche di gioco.
Bonnie Ross incalza dicendo che non le è sicuramente passato inosservato il glorioso successo di Pubg, Fortnite ed adesso Apex Legends (che a detta sua gli ricorda un po’ Halo…come dargli torto), e che giornalmente si hanno discussioni molto importanti negli studios circa questa modalità. Aggiunge che la natura Sandbox di Halo darebbe la possibilità di accogliere qualsiasi tipo di modalità, inclusa la Battle Royale, ed ha pienamente ragione. Halo già possiede le basi per accogliere praticamente ogni modalità conosciuta: ha vari livelli per le proprie armi, ogni sorta di veicolo, meccaniche perfette per livello di salute e scudo, e altresì mappe enormi!

Risultati immagini per halo battle royal


“Dobbiamo fare tutto quello che ci è possibile per riportare Halo ai fasti di una volta, nello stesso tempo stiamo pensando a cosa possiamo predisporre sul campo per l’evoluzione del multy, oltre ad Arena ed a tutto quello che lo circornda.”


Sta di fatto che già parecchie volte la 343, indirettamente, ha confermato che non dovrebbe essere in cantiere una modalità Battle Royale per Infinite, ma sapete com’è, le cose cambiano, e non si sa mai. Quindi per chi là fuori ci spera ancora, incrociate le dita.


Durante l’intervista, sono saltati fuori altri piccoli dettagli che non sono riferiti direttamente al nuovo titolo in sviluppo, ma che sono abbastanza interessanti da poterne discutere.
Originariamente, la 343 Industries era intenzionata a rilasciare uno spin-off, due anni dopo l’uscita di Halo 5!
Bonnie Ross aggiunge che lo stato di questo titolo non avrebbe neanche raggiunto lo sviluppo, ma era già tutto su carta, con vari concept già creati ed una infarinatura di trama. Voleva essere un “titolo ponte”, un Halo 5.5 o meglio un Halo 5 ODST. La decisione, insieme a Phil Spencer, fu quella di cancellare il progetto e dedicare anima e cuore al nuovo Halo Infinite. Secondo Phil, l’uscita di un titolo intermedio e sicuramente non tripla AAA avrebbe solamente rovinato definitivamente il franchise.
Una decisione con la quale mi trovo pienamente d’accordo.

Bonnie Ross, nelle fasi conclusive dell’intervista, lascia trapelare che sebbene questo progetto sia stato definitivamente cancellato, potrebbero essercene ben altri in cantiere: titoli sicuramente non-fps, ma che sarebbero molto utili a chi volesse approfondire la trama in una veste completamente diversa dalla solita. Ma ve lo immaginate come potrebbe essere uno spin-off stile Resident Evil in una pianeta completamente invaso da Flood?


Ovviamente non ci è dato sapere quando e come, ma è praticamente confermato che al 100% dopo Infinite avremo modo di spaziare e differenziare le nostre avventure all’interno di uno Spartan, o magari scoprire e vivere la storia di un Elite, o di un Marines. Le possibilità sono davvero…Infinite.

No comments

Lascia un commento